Homepage

L’ importanza dell’isolamento in edilizia …

  • Immediato risparmio energetico sulle bollette luce e gas; Est./Inv.
  • Isolamento termico ed impermeabilizzazione in unica soluzione.
  • Raggiungimento in breve tempo delle temperature desiderate.
  • Aumento della temperatura massima per un confort abitativo elevato.
  • STOP alle dispersioni termiche, dette anche “ponti termici”.
  • Classe Energetica superiore; valorizza maggiormente l’immobile.
  • Velocità di esecuzione in funzione della tecnica applicativa impiegata.
  • Prestazioni di lunga durata, indeteriorabile, alta resistenza termica.
  • Possibilità di accesso alle Detrazioni Fiscali del 65% o 50%.

                                                    Brochure Informativa

Con queste tipologie di isolamenti termici spray o a spruzzo oppure iniezione e insufflaggio, si ottengono straordinari livelli di coibentazione con bassi spessori applicabili, per una riduzione drastica del consumo energetico fino al 40% sulle bollette del Gas, per il riscaldamento nei mesi invernali e della Luce per il condizionamento nei mesi estivi.

Il miglioramento delle prestazioni energetiche di un’abitazione privata o dell’immobile contribuiscono di fatto ad un aumento del valore di mercato degli stessi i quali, tramite appositi attestati di prestazione energetica ( APE ), compilati da professionisti abilitati ed inviati per la registrazione agli organi preposti, fanno ottenere una classe energetica più elevata.

Anche il confort abitativo risulterà più elevato permettendo un’aumento delle temperature massime precedentemente raggiunte da 2-5°C in più ( in funzione del tipo di struttura, del numero di porte e finestre e dello stato delle stesse), nonché una notevole e prolungata ” Inerzia Termica “.

L’inerzia termica è  il  periodo di tempo che passa da quando la caldaia del riscaldamento o il climatizzatore si spengono per aver raggiunto le temperature desiderate, a quando si riaccendono per mantenere costante detta temperatura; l’aumento del tempo di inerzia termica, prolunga il tempo di riposo dell’impianto di riscaldamento/raffrescamento, sopratutto durante le ore notturne, ritardandone l’accensione del mattino seguente. Questo perché grazie alla coibentazione eseguita, la dispersione termica è stata fortemente ridotta e tutto il calore o il freddo prodotto vengono mantenuti negli ambienti più a lungo nel tempo.

prestazioni energetiche classificazione
classi di prestazione energetica

Collaborazione con professionisti abilitati per :

  • consulenze e certificazioni energetiche.
  • termografie.
  • detrazioni fiscali del 65%  con invio pratiche agli enti preposti.
  • attestati energetici ( APE ).

Fac-simile-Attestato APE attestato ape

Chi siamo

M2 Service – Poliuretani, operante nel settore edile con otto anni d’esperienza specifica nella realizzazione degli Isolamenti Termici ed Acustici con resine poliuretaniche bi-componenti senza CFC e HCFC, certificate CE, applicate a spruzzo o iniezione/insufflaggio per la produzione di Schiuma Poliuretanica Espansa Rigida, impiegata per coibentare ed impermeabilizzare coperture sottotegola, sottotetti, solette, sottofondi, pareti perimetrali e controterra, intercapedini e svariate ulteriori applicazioni, grazie alla versatilità del poliuretano e delle varie tecniche applicative impiegate.

La nostra missione è quella di realizzare in maniera professionale, la riqualificazione energetica degli edifici, abitazioni e strutture con materiali e tecniche applicative di alto livello, ottenendo il massimo delle prestazioni possibili con il minimo ingombro operativo, riguardante mezzi e spessori dei materiali applicati.

Una particolare attenzione è rivolta all’uomo e all’ambiente; attenzione dovuta alla scelta di utilizzare solo ed esclusivamente sitemi e materiali certificati CE.

Le schiume poliuretaniche espanse rigide sono totalmente inerti ed il loro eventuale smaltimento in discarica non costituisce fattore di inquinamento; diversamente dai materiali isolanti comunemente impiegati come la lana di roccia o lana di vetro che rilasciano nel tempo, fibre volatili e nel caso di smaltimento di vecchi strati isolanti risultano un problema ( e una spesa ) non indifferente in quanto sono considerati rifiuti speciali.

compatibilità ambientale
prodotti esenti da CFC e HFCF non influiscono sullo strato di Ozono, contribuendo alla riduzione dell’effetto serra
risparmio elettrico
risparmio elettrico per la climatizzazione nei mesi estivi
valvole termostatiche e ripartitori di calore
risparmio energetico per il riscaldamento con taglio al consumo di gas fino al 45%

Realizziamo anche Isolamenti Acustici in poliuretano oppure in gomma SBR ad applicazione Spray o rotoli e/o pannelli prefiniti a pavimento, in parete, su soffitti, andando così a sigillare perfettamente i vari supporti in totale assenza di ponti acustici.

materie prime da processo di riciclo
prodotto con materie prime totalmente riciclate
dalla strada al cantiere
Smart Recycle System

Isolamento ad alta prestazione

Il Poliuretano applicato con tecniche Spray, Spruzzo, Iniezione o Insufflaggio, garantisce un’isolamento ad alta prestazione, decisamente il più performante sul mercato, per una soluzione tecnologica completa ed omogenea per isolare edifici-strutture in maniera continua su tutte le superfici: coperture, murature, pavimenti, muri di fondazione, etc. applicabile in ville, residenze, uffici, edifici pubblici ed industriali, abbattendo i consumi energetici e conseguente riduzione delle emissioni dei gas effetto serra, per un miglior rispetto ambientale.

possibilità applicative del poliuretano in edilizia …..

possibilità applicative
versatilità ed efficienza su vari livelli……clicca sulla foto per INGRANDIRE

 

Brochure Elastospray Systems ( Inglese )

Come mostrato sopra nella foto, le possibilità applicative del poliuretano sono davvero molteplici, partendo dai muri di fondazione lato contro-terra si esegue l’impermeabilizzazione con minimo 3 strati isolanti per uno spessore minimo di 3 cm, per poi proseguire sui muri interni per la coibentazione fra il muro in C.A. ed i mattoni interni oppure a pavimento prima dei massetti. Con il poliuretano è possibile isolare balconi e terrazzi al livello termico ma anche impermeabile, si possono isolare le pareti esterne per facciate di tipo ventilate; si possono isolare eventuali strutture esistenti con tetti o pareti in lamiera, nonché eseguire l’isolamento nei sottotetti o in estradosso sottotegola. Tutto questo si traduce in un risparmio energetico notevole, riducendone  i consumi di gas o luce ed  incrementando la classe energetica dell’edificio che di fatto aumenta il suo valore di mercato.  In base alla zona abitativa di riferimento e alla zona climatica assegnata, si stabiliscono i parametri di trasmittanza termica per le tipologie d’intervento ( pareti, pavimenti e coperture ) ed i conseguenti spessori minimi di realizzazione per tutti gli isolanti termici, fra cui anche il poliuretano la cui caratteristica di rilievo è quella di avere le migliori prestazioni termiche 0,026 W/mK, che si traducono quindi in bassi spessori applicabili rispetto ai comuni isolanti, garantendone una posa unica e continua in totale assenza di ponti termici.

zone climatiche italia
tabella zone climatiche

elenco zone climatiche per provincia
Consulta o Scarica

elenco zone climatiche ITALIA

Poliuretano Spray / Spruzzo

L’ ISOLAMENTO PERFORMANTE ……

poliuretano spray spruzzo
risultato finale dell’isolamento termico-impermeabile, immediatamente calpestabile

 

 

Il poliuretano espanso rigido applicato in opera, rappresenta una delle soluzioni più efficaci e versatili ai problemi di isolamento termico delle strutture edilizie in alcuni settori industriali ed in particolare nel settore civile, infatti grazie alla struttura molecolare a celle chiuse e alla capacità della schiuma poliuretanica di conformarsi perfettamente ai volumi e alle superfici da isolare, aderendo stabilmente a qualsiasi tipologia di supporto, unito alle tecnologie di applicazione in opera spray o a spruzzo, fa sì che il materiale a parità di spessore, garantisca il migliore isolamento termico possibile, offrendo interessanti vantaggi in termini di continuità dello strato isolante, in totale assenza di ponti termici, con evidenti vantaggi per la rapidità ed economicità dell’intervento da realizzare, limitando quindi anche gli impatti ambientali. Il poliuretano espanso rigido applicato in opera ha la possibilità di venire prodotto mediante impianti mobili con sistemi di termoregolazione dei componenti collegati a specifici tubi di alimentazione anch’essi riscaldanti (nel nostro caso sono di 90 mt. totali ), collegati alle pistole distributrici, direttamente nel luogo di utilizzo o applicazione.

VANTAGGI DERIVANTI

  • la durata nel tempo
  • la leggerezza
  • le elevate prestazioni meccaniche ( in funzione della densità applicata )
  • la stabilità dimensionale alle alte e basse temperature
  • l’ inerzia ai più comuni agenti chimici
  • l’ ottima processabilità
  • la caratteristica di aderire in fase di espansione a quasi tutti i supporti
  • la sicurezza nell’ impiego
  • l’assenza di ponti termici; strato isolante continuo ed impermeabile
  • la compatibilità con la salute dell’ uomo
  • il ridotto impatto ambientale

I due componenti vengono miscelati in modo omogeneo scontrandosi, grazie all’alta pressione dell’impianto all’interno della camera di miscelazione della pistola distributrice. Immediatamente dopo la nebulizzazione del prodotto sulla superficie, nell’ordine di qualche secondo ( 3-10 secondi ), avviene la formazione delle celle del polimero che solidifica, aderendo perfettamente al substrato. In base al tipo di applicazione da realizzare e al tipo di supporto da isolare si sceglie la densità del prodotto che può variare dai 12 Kg/mc, fino a 100 Kg/mc; per applicazioni speciali possono essere impiegate anche densità superiori.

La rapidità di espansione e di solidificazione permette di applicare il poliuretano su superfici orizzontali, verticali o sovra testa a soffitto.

 

Poliuretano Iniezione / Insufflaggio

poliuretano iniezione insufflaggio
vista fase espansiva

 

LA TECNICA NELL’ ISOLAMENTO

L’ intervento consiste nel praticare dei fori da 13 mm a distanze di circa 60-80 cm ( in funzione dello spessore dell’intercapedine ) in orizzontale e verticale; successivamente si inietterà il poliuretano allo stato liquido partendo dal basso nella prima fila dei fori, successivamente nei 15-20 secondi dall’iniezione il poliuretano si espanderà andando a riempire perfettamente la cavità. Una volta riempita la prima fila in orizzontale, si prosegue verso la seconda fila più in alto fino al riempimento totale della parete.

poliuretano iniezione insufflaggio

Le caratteristiche tecniche di questo tipo di Poliuretano a celle aperte e la bassa densità del materiale, favoriscono la traspirabilità delle murature, nonché una riduzione di tutte le vibrazioni dei rumori da impatto e dei rumori aerei, contribuendo di fatto all’isolamento acustico. L’elevato potere isolante di 0,036 W/mK, unito alla tecnica applicativa non invasiva, forniscono un’ottimo compromesso tra isolamento e costi, rendendo l’intervento più economico rispetto ai sistemi conosciuti. La realizzazione del prodotto realizzato in situ e la tipologia di applicazione fanno sì, che si riduca notevolmente l’area di cantiere e l’eventuale stoccaggio dei materiali, limitando l’ingombro ad un solo mezzo (maxi furgone), contenente tutta l’attrezzatura e i macchinari, nonché le materie prime in fusti; estendendo la sola tubazione al piano di posa, per lavorazioni fino a 90 mt. di distanza dal mezzo, permettono di realizzare interventi in abitazioni private, Condominii, cantieri, nei settori civili ed industriali.

Nel caso di riempimenti di cavità ad esempio: intercapedini murarie, sottopavimento, nelle tubazioni, etc, etc, la schiuma di poliuretano viene realizzata con appositi macchinari dotati di una testa di miscelazione all’interno della quale i due componenti si scontrano per poi essere iniettati all’interno del manufatto o dell’intercapedine da isolare tramite una cannula in fori di piccole dimensioni, quindi non invasivi.

I tempi di polimerizzazione dei sistemi per l’iniezione o colata sono generalmente più lunghi di quelli per le applicazioni a spruzzo, compresi tra i 15 e 60 secondi in funzione del tipo di prodotto e della quantità applicata.